Ora ci sono 10.000 ATM Bitcoin in tutto il mondo

Le installazioni in tutto il mondo hanno registrato un balzo del 167% su base annua, segno di una più ampia tendenza verso nuove forme di interazione finanziaria.

I bancomat Bitcoin hanno colpito 10.000 installazioni in tutto il mondo

Le installazioni di ATM Bitcoin a livello globale hanno raggiunto le 10.000 installazioni oggi, sette anni dopo il debutto della prima macchina. Il loro numero è aumentato in media del 167%, anno su anno, secondo i dati della società norvegese di servizi finanziari AksjeBloggen.

In realtà, il 2020 ha superato di gran lunga gli anni precedenti. Nei primi nove mesi, il numero di sportelli automatici è aumentato del 3.885, con un incremento del 67% rispetto al 2019.

È un’indicazione dell’effetto di COVID-19 sull’industria – in quanto inaugura una tendenza più ampia verso l’uso di forme più innovative di interazione finanziaria – e della salute maleducata del settore della crittovaluta.

Gli ATM si stanno dimostrando uno dei modi più convenienti e veloci per trasferire il contante fisico in Bitcoin Revolution o in altre valute crittografiche, ha detto a Decrypt Daniel Polotsky, CEO e co-fondatore del principale operatore statunitense di ATM Bitcoin, CoinFlip.

„Bitcoin è un concetto molto complicato e l’abbiamo confezionato, e abbiamo reso facile per voi andare al bancomat, usare il contante e ottenere Bitcoin subito, prima ancora di tornare alla vostra auto“, ha detto.

Coinflip ha una rete in rapida crescita di oltre 900 ATM in 45 stati. Sta installando da 30 a 50 nuovi ATM al giorno ed è in fase di espansione in Canada, ha detto Polotsky.

Mentre l’utilizzo di un cambio di valuta criptata può richiedere un conto bancario, solo un telefono cellulare è necessario per trasferire o convertire piccole somme (sotto i 900 dollari) tramite uno sportello bancomat, ha aggiunto. Il processo richiede solo cinque minuti. (Ma le regole variano a seconda dell’operatore e del paese).

La regolamentazione degli ATM è in rapida evoluzione

Il primo ATM Bitcoin al mondo ha aperto nel 2013, nella capitale canadese Vancouver. Ma sono gli Stati Uniti ad essere il leader indiscusso quando si tratta di installazioni. Secondo AksjeBloggen, gli ATM Bitcoin statunitensi hanno raggiunto il 7.567 nel mese di settembre, un salto del 127% in un anno.

Il Canada è classificato come il secondo mercato più grande a livello globale, con 869 ATM Bitcoin a partire da settembre. Ma gli ATM sono popolari anche nelle nazioni con mercati finanziari volatili e sono ora presenti in più di 70 paesi.

Genesis Coin è il principale produttore di ATM Bitcoin a livello globale, con una quota di mercato del 35% e 3.406 ATM operativi in tutto il mondo a partire da settembre.

Secondo Polotsky, le macchine CoinFlip sono conformi alle normative introdotte nel 2013.

„Noi rispettiamo tutti gli stessi standard di una banca, almeno negli Stati Uniti. Qui è un settore molto regolamentato“, ha detto.

Ma non tutti i paesi sono stati in grado di tenere il passo. Le autorità temono che i bancomat Bitcoin presentino un metodo semplice di conversione della valuta per il riciclaggio di denaro sporco e l’evasione fiscale, e alcuni hanno introdotto una nuova legislazione, che rende illegali le macchine senza licenza.

In Germania, la società polacca KKT UG ha visto i suoi 17 sportelli automatici senza licenza sequestrati dalle autorità il mese scorso. Le macchine hanno violato la normativa tedesca, approvata alla fine dello scorso anno.

Ma la crescita del settore non mostra alcun segno di rallentamento.

„In generale, questo è un settore molto giovane e ci sono molte opportunità di crescita“, ha detto Polotsky. „Man mano che Bitcoin diventa più popolare, e sempre più persone vogliono acquistarlo, penso che ci sia sicuramente spazio per altri [sportelli bancomat] sia negli Stati Uniti che oltre“, ha detto. „Non vedo perché non possiamo arrivare a 100.000“.